Basta SEO tanto per fare, finalmente parliamo di GUADAGNI

Nell’ultimo articolo (se te lo sei perso eccolo qui) ti ho spiegato perché la SEO non è per niente morta, ma che al contrario gode di ottima salute! Per fartelo capire bene (spero!) ho usato casi di successo e ti ho mostrato alcuni numeri delle visite al sito.

Oggi voglio alzare appena l’asticella e andare avanti con il discorso, perché io per primo dico sempre che delle visite, se non portano ad un aumento delle ENTRATE, ce ne facciamo anche poco.

Attenzione

La SEO ti può portare diverse visite in target, cioè utenti interessati a quello che hai da offrire. Queste visite, se il servizio che proponi è ben percepito dal mercato, ti devono portare un aumento delle entrate, altrimenti tutti i tuoi sforzi in termini economici serviranno a poco.

Per fare chiarezza per prima cosa vediamo con un esempio chiaro cosa intendiamo per risultati organici e risultati a pagamento (è sempre sbagliato dare per scontate le cose):

offerte_milano_expo_pagamento

I risultati a pagamento (nell’immagine sopra), sono evidenziati da etichette dorate (Annunci o nella forma abbreviata Ann.). Per essere lì devi pagare Google, più o meno profumatamente in base a quante ricerche avvengono su quel tema.

offerte_milano_expo_naturali

Se invece compari nei RISULTATI ORGANICI (detti anche risultati naturali), non devi pagare niente e tutto quello che ottieni, è per te un vero e proprio GUADAGNO.

Per questo ti consiglio di concentrarti anche per ottenere qualche bel risultato naturale e non affidare l’intera tua campagna esclusivamente alla politica Pay per Click: è molto importante valutare quali keyword pagare con il pay per click e quali keyword conquistare con l’organico.

Come sai, adoro gli esempi concreti e i numeri, sono abituato a parlare solo dopo aver sperimentato sul campo e non prima.

Ecco alcuni dati che ti spiegano meglio di tante parole le opportunità che puoi cogliere facendo un po’ di SEO e cercando buoni posizionamenti naturali. Prendo in esame SOLO IL PERIODO ESTIVO 25 MAGGIO – 25 AGOSTO 2015:

organic-search-6

Vedi? Questo cliente (e come lui ho altre decine di esempi da farti) ha curato tutti i vari aspetti e il traffico ORGANICO per lui si è rivelato ancora la principale fonte di entrate.

Non smettere adesso!

Non è ancora arrivato il momento di smettere di fare SEO per posizionarsi sui risultati naturali. Al contrario: ci sono importanti margini di intervento!

Una cosa non esclude l’altra, pay per click e SEO naturale non sono cane e gatto e possono vivere benissimo insieme. La SEO naturale paga nel lungo periodo, il pay per click è ottimo per campagne di un determinato periodo o per ambiti ben definiti.

L’importante è conoscere bene gli strumenti, così si possono sfruttare al meglio a proprio VANTAGGIO e sempre dopo aver capito quelli che sono gli obiettivi da raggiungere.

È un po’ come essere dei farmacisti, che dosano al meglio i milligrammi di ogni componente per ottenere la medicina migliore in base allo stato di salute e ai bisogni del cliente.

Per questo anche tu dovresti fare tutte le cose per bene e non affidarti a stregoni o alchimisti improvvisati, ma a chi da 20 anni conosce tutti i milligrammi del web marketing e può darti la giusta medicina in base al momento e alle tue necessità.

La strategie web marketing partono prima dagli obiettivi da conseguire dopodiché si decide con quali strumenti raggiungerli.

Riccardo

Commenti di Facebook

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*