I migliori social network per l’hotel

Social-Media

I social network possono essere classificati in diverse tipologie. Ci sono ad esempio quelli più adatti per pubblicare foto e video oppure quelli la cui caratteristica principale è dare informazioni. Una struttura ricettiva dovrebbe conoscere i social network più utilizzati dagli utenti e suddividerli in base alle tipologie di target e al motivo per cui vengono utilizzati. Questo passaggio serve per riuscire a capire quali sono i social network da implementare in una strategia di social media marketing.

Qui di seguito vedremo un po’ più nel dettaglio i differenti social network e per ciascuno andremo a scoprire i tratti distintivi, che lo caratterizzano.

Facebook

Si può affermare, senza dubbio alcuno, che Facebook ha fatto un po’ da capofila nel successo dei social network. Nato nel 2004 da un’idea di Mark Zuckerberg, dopo quasi 9 anni dalla sua messa online è ancora il primo social network al mondo per numero di iscritti. Su Facebook le persone vanno principalmente per trascorrere del tempo.

Con le ultime modifiche apportate le immagini sono diventate ancora più importanti, grazie all’aumento delle dimensioni in anteprima. Probabilmente questo cambiamento è avvenuto perché il contenuto che crea più interazione su Facebook è proprio la foto.

Le funzioni più importanti che Facebook mette a disposizione per chi attiva un profilo aziendale sono:

  • gli Insights. Grazie ai dati riportati in questa sezione, è possibile monitorare tutte le attività svolte sul profilo in termini di interazione con i propri fan;
  • gli Ads. Si tratta delle pubblicità a pagamento. È possibile impostare da un semplice banner ad una vera e propria campagna a pagamento strutturata in modo tale da essere integrata con altre attività;
  • i messaggi e i commenti, che offrono la possibilità alla struttura di poter costruire un rapporto diretto e personalizzato con l’utente, cliente effettivo o potenziale.

Twitter

Creato per essere utilizzato dai cellulari, il messaggio, chiamato tweet, deve avere un massimo di 140 caratteri. In pratica una lunghezza simile ai cari e vecchi messaggi di testo. Per rispondere sempre più alle esigenze degli utenti nei tweet sono state integrate le foto e da pochi mesi anche i video attraverso l’applicazione Vine. È grazie a Twitter e alla dimensione del suo messaggio che sono nati gli url shortner, ovvero strumenti per accorciare una url a pochi caratteri. Altra caratteristica di Twitter sono gli hashtag (#esempio) per indicare l’argomento del tweet.

Twitter è utilizzato principalmente come strumento informativo dagli utenti, quindi è indicato soprattutto quando la struttura ricettiva possiede un blog e vuole raggiungere un pubblico più vasto di lettori. Anche questo social network offre alcuni servizi alle aziende come le inserzioni a pagamento e le statistiche.

YouTube

Lo conosciamo tutti e rappresenta il secondo motore di ricerca dopo Google, nonché il terzo sito più visitato al mondo dopo Facebook. È un servizio di video sharing offerto gratuitamente da Google. Su YouTube è possibile creare un canale, dove pubblicare i video legati alla struttura ricettiva. I video devono essere della durata massima di 15 minuti con una dimensione massima di 2 GB. YouTube permette la personalizzazione del canale attraverso l’inserimento di un’immagine di copertina. Inoltre è possibile inserire i link ad altri social network, nonché al proprio sito web. YouTube offre gratuitamente un servizio di statistiche da poter integrare con Google Analytics. Successivamente allo sviluppo di Google+ YouTube ha subito diverse modifiche che migliorano l’integrazione tra i due servizi.

Instagram

Si tratta di un social network interamente basato sulla condivisione delle foto. Il 6 ottobre 2010 l’applicazione è stata lanciata su iTunes per i dispositivi con sistema iOS, cioé tutti gli apparecchi di casa Apple, e solo dopo 2 mesi aveva già raggiunto il milione di iscritti. Nei primi mesi del 2012 viene sviluppata anche la versione per Android, mentre solo da novembre di quest’anno è possibile utilizzarla anche con Windows Phone. Instagram è nato da un’idea di Kevin Systrom e Mike Krieger, ma da settembre 2012 è stato acquisito da Facebook.

Instagram è nato per essere usato da smartphone o tablet, sebbene esistano alcuni siti e software che permettano l’utilizzo da computer. La foto, prima di essere condivisa, può essere modificata attraverso le funzioni che mette a disposizione l’applicazione stessa: può essere ruotata oppure si possono applicare dei filtri per renderla più accattivante. Ricordatevi che le foto si possono pubblicare solo con una forma quadrata e per classificarle possono essere usati dei tag. L’applicazione, infine, è integrata con altri social network per permettere una diffusione immediata su altri profili aziendali. Per altre funzioni si possono utilizzare altri servizi esterni all’applicazione come Statigr.am, che fornisce statistiche relative al proprio profilo.

In conclusione…

I social network hanno caratteristiche diverse gli uni dagli altri e ogni struttura ricettiva deve esserne consapevole per poterli implementare nella propria strategia di comunicazione. Nulla toglie che si possano attivare profili aziendali su ciascuno di essi, ma è necessario poi prestare attenzione alla ripartizione del tempo da impiegare per la conseguente gestione operativa.

Commenti di Facebook

Condividi su:
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*