Il tuo web marketing è fatto di micro momenti (le campagne social non finiscono mai)

Qualche volta è successo che un cliente mi chiamasse per dirmi “Eh ma la campagna di Facebook ADS che abbiamo fatto non mi ha portato nessuna prenotazione!”

Allora forse è arrivato il momento di (ri)fare il punto della situazione.

Anzitutto va detto che molte volte, in realtà, da un’analisi più approfondita dei dati di Analytics notiamo che le Facebook Ads portano anche prenotazioni e richieste informazioni DIRETTE (leggi ad esempio questo articolo su come un nostro cliente con 17 euro ne ha guadagnati 1.300):

——————-> Facebook Ads, Hotel spende 17 euro, e ne incassa 1.300!

Comunque non è questo il punto. Anche se la tua Facebook ADS non ti avesse davvero portato richieste dirette, NON È DETTO CHE NON ABBIA INFLUITO SUL PROCESSO DECISIONALE di prenotazione della vacanza!

A volte quando spiego alle persone gli effettivi benefici di una BUONA STRATEGIA DI SOCIAL MEDIA MARKETING, la discussione viene interrotta sbrigativamente con “Sì ok, ma se spendo tot quanto mi rientra?”

Non è questo il giusto approccio!

Non si possono traslare le regole del marketing tradizionale a quello dei social media!

Lo scopo principale del social media marketing non è quello di vendere camere in maniera diretta, ma di CREARE E ACCRESCERE UNA COMMUNITY FATTA DI CLIENTI, reali e potenziali, dove le relazioni vengono coltivate e crescono, aumentando la fiducia reciproca, la POPOLARITÀ DEL BRAND e soprattutto con il social media marketing puoi essere presente NEL MOMENTO GIUSTO AL POSTO GIUSTO!

Hai mai sentito parlare di micromomenti?

Ti sarai reso conto anche tu che ormai per pianificare una vacanza facciamo una serie lunghissima di tante piccole e brevi connessioni, tanti momenti in cui cerchiamo informazioni utili per decidere

I micromomenti sono tutti quegli attimi in cui ci si rivolge DI RIFLESSO a un dispositivo per soddisfare un bisogno sorto in quell’istante, per imparare, scoprire, trovare o comprare qualcosa (lo dice Google, mica me lo invento io!).

Non esiste più il momento in cui una persona si siede alla scrivania, davanti al suo monitor e dice “Bene, adesso prenoto una vacanza!”. Il tutto si frammenta in TANTISSIMI PICCOLI MOMENTI DIGITALI, alcuni vissuti da mobile e altri da desktop, momenti in cui una persona cerca i prezzi, poi magari la volta dopo legge le recensioni su TripAdvisor e qualche giorno più tardi fa una ricerca tra i video di Youtube, passando per la pagina Facebook della struttura e scorrendo le foto del profilo Instagram.

micromomenti

Vedi? Magari la prenotazione finale avviene dopo 60 giorni di ricerche, direttamente sul sito… ma vogliamo dire che i Social Media non abbiano influito nemmeno un po’ sulla scelta?

Ecco un video per capire meglio l’importanza dei micromomenti e di conseguenza l’importanza, per te, di essere nel canale giusto al MOMENTO GIUSTO

La vita non è vissuta in anni o giorni e nemmeno in ore, la vita è vissuta in momenti

Come vedi, nel corso di una giornata ci sono miliardi di micromomenti potenzialmente sfruttabili da un punto di vista di marketing. Quando siamo in fila alla posta, dal parrucchiere, mentre facciamo colazione al bar o aspettiamo il pieno del serbatoio.

In particolare possiamo distinguere 4 grandi categorie di momenti in cui facciamo una ricerca:

1. Cerco per conoscere
La tipica ricerca di qualcuno che vuole saperne di più, magari a proposito di una cosa che ha visto in uno spot TV di alcuni giorni fa

2. Cerco per andare
Pensa per esempio a quando cerchi “barbiere” per sapere quello più vicino a te

3. Cerco per saper fare
Qui non possiamo dimenticare tutti i tutorial che (per fortuna) affollano Youtube, per esempio. Questo tipo di ricerca mira a saper come si fa una certa cosa

4. Cerco per comprare
Magari all’interno di un centro commerciale, interrogo il mio telefonino per sciogliere l’ultimo dubbio, leggere recesioni o pareri.

Con il continuo AGGIORNAMENTO DELLA TECNOLOGIA MOBILE, il processo di PRENOTAZIONE DI UNA VACANZA SI È EVOLUTO NEL TEMPO e si è profondamente modificato: con lo smartphone sempre in mano e pronto all’uso e una connessione alla rete che ci segue pressoché ad ogni angolo del globo, la possibilità di reperire informazioni e trovare soluzioni immediate ai bisogni che sorgono sul momento è pressoché infinita.

Gli ultimi dati rilasciati da Google ci evidenziano che il processo di acquisto nel compartimento travel è cambiato ed è fortemente influenzato da questo CONNUBIO TRA MOBILE E MICROMOMENTI.

  • + 50% dell’aumento ricerche da mobile nel settore viaggi
  • +88% crescita del tasso di conversione
  • diminuzione del tempo di visita di ciascuna sessione sui siti mobile di viaggi (per questo parliamo di “momenti”)

Spero che adesso avrai capito una cosa FONDAMENTALE.
Se anche vedessimo che da una campagna Social non ci sono state tantissime prenotazioni dirette, potremmo dire che i Social Media non abbiano influito nemmeno un po’ sulla scelta finale dei tuoi clienti? Per questo possiamo affermare senza timore di smentita una cosa:

La campagna social serve eccome!

Se la prenotazione della vacanza non avviene direttamente dal clic sull’ADS Facebook, non vuol dire che questo canale non sia stato efficace

Se conosciamo bene il nostro target, cosa fa, quali sono le sue passioni e i suoi interessi, sapremo POSIZIONARCI NEI SUOI MICROMOMENTI con contenuti di qualità che gli riporteranno alla mente il nome dell’hotel nel momento in cui dovrà effettuare la prenotazione. Te lo ripeto: è una cosa FONDAMENTALE.

Se segui il tuo cliente durante i SUOI momenti di vita più importanti, quelli dove lui fa domande e cerca risposte, allora i risultati li vedrai, ci puoi scommettere!

Se poi vuoi superarti, ecco il consiglio numero 2 (lo fanno solo gli strafighi): renditi utile e memorabile postando CONTENUTI INTERESSANTI ANCHE DOPO LA PRENOTAZIONE: offri spunti su cosa fare, dove andare, racconta il territorio e CREA UNA STORIA attorno al tuo hotel.

Potresti dirmi che NON HAI TEMPO, perché durante la stagione ci sono mille altre cose più importanti a cui pensare piuttosto che la pagina Facebook o il profilo Instagram.
Il fatto è che stiamo parlando del tuo hotel, dell’immagine che trasmette in rete. E in rete ci sono tutti, ci sono i tuoi potenziali clienti. Li accoglieresti mai in un hotel con la moquette rotta o il buffet della colazione non rifornito?

Per fortuna, oltre che agli specialisti della moquette, ci sono anche gli SPECIALISTI DEL WEB MARKETING, che possono aiutarti a gestire nel modo corretto la tua presenza sul web e a ottimizzarla per massimizzare i risultati, in termini di immagine ma anche di prenotazioni!

Ci sono tante cose da fare e ti lascio altri due spunti per approfondire quello che hai visto oggi:

Spero di esserti stato d’aiuto, se ti restano altri dubbi e vuoi parlarne, come sai mi trovi anche qui!).

Riccardo

Commenti di Facebook

Condividi su:
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*