Il vecchio sito mobile non ti risolve il problema: ci vuole proprio un sito responsive

Chi lo sa se dopo tante volte che si è gridato al lupo, al lupo!, nessuno ci crederà più e non vorrà più mettersi in salvo, ma il mio compito, come sai, è quello di metterti in guardia e darti le giuste informazioni.

Per questo te l’ho già detto (o meglio: scritto), ma varrà la pena ripetersi perché se ancora non l’hai fatto HAI UN PROBLEMA da risolvere: è giunto il momento di rifare il sito in tecnologia responsive.

— PREMESSA  —

Sto parlando naturalmente di quegli hotel che comunque credono nella bontà del proprio lavoro e hanno voglia di migliorarsi.

Se non offri un buon servizio, possibilmente DIFFERENZIATO rispetto agli altri (tanti, troppi!) hotel tuoi diretti competitor; se hai pessime recensioni nei siti di riferimento e non sistemi il tuo modo di gestire l’hotel, difficilmente potrai trovare in questo articolo la bacchetta magica per fare una fortuna.

Il motivo è semplice: quello che voglio darti sono consigli e cose che dovresti attuare subito, ma SOLO se vuoi lavorare in un certo modo, solo se tieni al tuo lavoro, alla tua attività, e intendi investirci in tempo e in qualità.

— FINE PREMESSA —

Per iniziare ripercorriamo brevemente alcuni passaggi e puntate precedenti:

  1. A marzo ti parlavo della Search Revolution e di quanto essere mobile friendly sarebbe diventato un fattore di posizionamento, per stessa ammissione di Google
  2. Successivamente ti ho portato risultati in questo senso, dimostrando come la migliore esperienza utente, sui siti responsive, abbia da subito effetti assai positivi. Li trovi qui: Sito responsive, l’utente ringrazia e ti premia

Ma non mi basta, voglio essere certo che capisci l’importanza della questione per aiutarti a trovare la migliore soluzione. Ecco altre due novità

  1. In questo articolo Google riprende l’annuncio dell’anno prima indicando che da maggio 2016 effettuerà un altro aggiornamento in cui l’effetto sarà definitivo e se non avrai un sito mobile friendly il tuo posizionamento è destinato a crollare
  2. La domanda che ti starai facendo allora è “Ma allora con il vecchio sito mobile sono a posto?” (non sono un indovino, ma come sai ho una discreta esperienza con i siti di hotel e gli albergatori).

    In realtà no, non sei a postissimo, perché leggi qui: I Googlebot passeranno da iPhone a Nexus 5x.

    È vero: questo articolo è un po’ troppo da nerd, lascia che provi a spiegarmi meglio.Google ha modificato i suoi bot, cioè quei programmi che usa per fare le scansioni nella rete e “catalogare” i risultati. Fino a poco tempo fa questi programmi simulavano l’esperienza utente che avrebbe potuto avere chi avesse usato un iphone con display di 4 pollici, ma da pochi giorni hanno iniziato a simulare l’esperienza di navigazione con un Nexus 5x (guarda caso prodotto da LG su commissione della stessa Google) che ha il display di 5.2 pollici!

    Si tratta di un altro modo di concepire internet, le informazioni non sono più sintetiche e compatte, come nei vecchi siti mobile, ma complete e armoniose, come devono essere e come sono solamente nei siti responsive.

Che cosa vuol dire tutto ciò?

Vuol dire che anche avere una versione del sito mobile non è più la cosa migliore, serve proprio il responsive

Infatti il classico sito mobile spesso non fornisce tutte le informazioni, le riassume e le semplifica, proprio perché considera che chi ne fruisce abbia un display piccolo. Adesso, invece, con schermi maggiori si presuppone una diversa esperienza di navigazione, per la quale la soluzione migliore è indubbiamente un sito responsive di ultima generazione. Per te si tratta del modo più sicuro per offrire un’ottima esperienza di navigazione, ossia per incrementare le performance (e di conseguenza le possibili conversioni) del sito del tuo hotel.

Mai parlare senza i dati!

Ormai mi conosci: non posso mai darti un consiglio, se non te lo motivo con i dati

L’anno scorso un mio cliente ha ascoltato e cedendo ai miei calorosi consigli, ha rifatto il sito in ottica responsive, così a fine stagione (è un hotel di mare), sono stato molto curioso di andare a comparare le statistiche dell’anno appena concluso con quello precedente, per VERIFICARE come fossero andate le cose.

Quando ho aperto Analytics ho iniziato a percepire un bagliore, come se aprissi lo scrigno di un autentico tesoro, giudica tu stesso I DATI DA TRAFFICO MOBILE:

OK-nazioni-estate-2015-responsive

Appositamente, come vedi, ho filtrato i dati per mostrarti solamente quello che è successo dal traffico mobile: da 10 mila sessioni dell’anno precedente, si passa alle 18 mila del 2015; così come quasi raddoppiano i nuovi utenti, ma soprattutto cresce la percentuale di conversione e le richieste che arrivano al sito da mobile passano da 172 nel 2014 alle 486 nel 2015.

Oppure ancora questo esempio, altro hotel, altro sito responsive, altro confronto 2014-2015 e altro esito eloquente:

ambassador-2015

Aumenta sostanzialmente tutto: sessioni, utenti, richieste informazioni e soprattutto il tasso di conversione perché sempre più persone usano i telefonini per andare su internet e un sito responsive offre a loro la migliore ESPERIENZA DI NAVIGAZIONE (scusa se uso spesso queste parole, sarai stanco di leggerle, ma le devi imparare quasi a memoria).

Non sto dicendo che da solo il SITO RESPONSIVE da solo, matematicamente aumenta il traffico organico; è un discorso più ampio che ti ho già introdotto qui:  Search Revolution, perché scegliere il responsive.

Lo possiamo riassumere così: molto spesso notiamo che il nuovo sito Web Responsive fa registrare ANCHE UN AUMENTO DI TRAFFICO ORGANICO, che NON POSSIAMO PRENDERE come valore assoluto ( ossia non possiamo considerare il design responsive come unico motivo di miglioramento del traffico), ma sicuramente insieme alle attività di ottimizzazione dei contenuti, la MAGGIORE USABILITÀ contribuisce non solo a migliorare l’esperienza dell’utente, ma molto probabilmente (e di conseguenza) a RICEVERE MAGGIORE CONSIDERAZIONE DA PARTE DI GOOGLE NEI RISULTATI ORGANICI.

Ti assicuro che casi simili li ho riscontrati in tutti quei clienti che hanno rifatto il sito in ottica responsive, curando bene gli aspetti tecnici del progetto e il copy all’interno del sito (FONDAMENTALE, quando parliamo di persuasione dell’utente)

Se hai avuto la pazienza di leggermi fino a questo punto, voglio lasciarti con una domanda: qual è secondo te un motivo valido, in questo momento, per NON FARE IL SITO RESPONSIVE?

Il costo? Credi davvero che investire poche migliaia di euro nel sito possa ritenersi un costo e non un valore? Non hai forse compreso che il sito internet è il tuo commerciale, che lavora sempre per te 24 ore al giorno, senza fare un giorno di permesso e di ferie, senza ammalarsi mai e senza mai fare sciopero? Ti pare davvero troppo costoso investire una volta ogni tot anni e avere un sito internet che non sia un limite per il tuo marketing ma un enorme vantaggio?

Scegli bene come aiutare il tuo hotel, il sito internet responsive è una priorità che in questo momento storico non può più aspettare, è solo la punta dell’iceberg, ma il punto di partenza FONDAMENTALE per convogliare tutte le strategie di marketing dei vari canali che mi auguro per te utilizzerai per la tua struttura, perché senza sito responsive puoi dire CIAO alle buone performance del tuo marketing digitale.

Fammi sapere che ne pensi, lascia la tua considerazione nei commenti qui sotto.

Per altri dubbi invece mi trovi anche qui.

Riccardo

Commenti di Facebook

Condividi su:
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*