Email marketing e lista d’attesa: un’opportunità per il tuo hotel

Come sfruttare l’interesse dell’utente verso i periodi in cui hai già terminato la disponibilità per dare più valore al tuo hotel (e vendere in anticipo le camere).

Una parte delle richieste preventivo che arrivano al tuo hotel sono per periodi in cui hai già raggiunto il 100% di occupazione con largo anticipo?

Allora devo darti una dritta!

Non devi assolutamente considerarle come richieste “sprecate”, ma devi guardarle come una preziosa opportunità per il futuro.

Mi spiego meglio, partendo da questa brevissima storia:

C’è un albergatore con un bel hotel in montagna che, soprattutto in concomitanza di alcuni eventi sciistici o di festività come Capodanno, riesce a chiudere le prenotazioni per questi periodi con largo anticipo.

E, mentre lui si preoccupa di investire per riempire anche negli altri periodi in cui ha ancora disponibilità, continuano ad arrivare diverse richieste per quelle settimane dove è già al completo. E quindi deve anche “perdere tempo” per rispondere a ciascuno che non c’è disponibilità.

Tanto lavoro per nulla, direbbe qualcuno!

Quel che posso dirti io è questo: se ti riconosci in questo albergatore, devi seriamente prendere in seria considerazione di metter su una “lista d’attesa” (ovviamente con il consenso a norma dell’utente) che ti sarà utilissima in futuro.

Torniamo alla nostra storia.

Il nostro amico albergatore quando risponde alle richieste e deve comunicare che non ha disponibilità, decide di aggiungere questa frase:

“Se vuoi iscriverti alla Lista d’attesa per Capodanno clicca qui


E ora che ho la lista che si fa?

    • In caso di cancellazione, puoi ricontattare ad uno ad uno gli iscritti alla tua lista d’attesa 2018 per tornare al 100% di occupazione
    • Puoi avvisare i clienti della lista pre-vendita Capodanno 2019 quando apri le prenotazioni per Capodanno 2019. O ancora meglio, puoi aprire le prenotazioni in anteprima SOLO PER QUESTI CONTATTI (alla fine dell’articolo ti mostro che numeri ha portato questo tipo di campagna per un nostro cliente)
    • Puoi raccontare il tuo brand attraverso le newsletter e le offerte che hai deciso di inserire nella tua strategia di email marketing (ai contatti che scelgono di selezionare anche la terza casella). Sarà un’ottima occasione per far crescere la percezione del valore dell’esperienza che proponi.

E i risultati?

Te l’avevo promesso, quindi ti mostro i risultati di una campagna di email marketing studiata su una lista d’attesa/pre-vendita, per farti capire le potenzialità:

      • 82 iscritti alla lista d’attesa dell’inverno 2017/18
      • una campagna email marketing in italiano e inglese, strutturata con una DEM (Direct Email Marketing) e un recall a ridosso della scadenza della promo
      • un’offerta speciale a tempo limitato, con l’apertura anticipata delle prenotazioni IN ESCLUSIVA
      • 17 transazioni, per un valore complessivo di 47.947,80 €

 


E tu? Hai mai organizzato una lista d’attesa per il tuo hotel? Raccontaci la tua esperienza nei commenti!

Commenti di Facebook

Condividi su:
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*