web marketing per hotel

5 Chicche di Hotel Marketing per incrementare le tue prenotazioni dirette [e esempi da cui prendere spunto]

Non è un caso se le OTA – online travel agents – sono tra le piattaforme più temute dagli albergatori. Forti della loro capacità distributiva, colossi come Booking e Expedia, hanno fatto la storia delle prenotazioni online di hotel e strutture ricettive, confermando in poco tempo una posizione di quasi monopolio sui canali online. Continua a leggere »

Facebook per Hotel non funziona ……

Già vedo che sgrani gli occhi a leggere un titolo del genere, beh il titolo è provocatorio è vuole soltanto "trollare" alcuni amici Albergatori che hanno questa falsa credenza installata nella loro testa e che più di una volta hanno detto: "Facebook per Hotel non funziona".

Li sfiderò con questo articolo, vedremo un caso studio riferito ad Alessio, titolare dell’Hotel Mizar di Rodi Garganico.

Continua a leggere »

Benefit Efficaci: un esempio per ricevere più prenotazioni dal sito ufficiale del tuo Hotel

“Ciao Riccardo, sto pagando davvero troppe commissioni, come posso fare per guadagnarmi un po’ di indipendenza e avere più prenotazioni dal sito ufficiale?“

Questa è una delle classiche domande che mi viene fatta da tanti albergatori e ci sta, se pensiamo che per alcuni di loro il sito è una semplice brochure on line che serve per “dare più informazioni” all’utente (l’obiettivo dovrebbe essere tutt’altro, ma che lo dico a fare a te, attento lettore del nostro blog?). Continua a leggere »

Alla scoperta della Trip Consideration di Facebook: nuove opportunità per il tuo hotel!

TRIP CONSIDERATION: IN ARRIVO A BREVE ANCHE IN EUROPA LA NUOVA FEATURE DI FB CHE TI PERMETTE DI INTERCETTARE LE PERSONE CHE STANNO ORGANIZZANDO UN VIAGGIO!

Qui Chiara Minguzzi, da sempre mi occupo di Social Network e oggi ti spiego come Facebook sia ormai una realtà imprescindibile per chi lavora nel settore turistico, ok non è certo una novità, ma resiste ancora oggi, nel 2018, quello zoccolo duro composto da chi nonostante tutto ancora fatica a vederlo come una leva di marketing “seria”. Continua a leggere »